living lab3Catania vive. Un Living Lab multimediale fruibile a tutti per la città etnea

Un esempio di valorizzazione dei beni immobili di Catania e di apertura a nuove iniziative per promuovere e valorizzare la città.

Sabato 31 gennaio, al Palazzo degli Elefanti, il Sindaco di Catania, Enzo Bianco, ha consegnato al Direttore dell’Ibam Cnr, Daniele Malfitana, le chiavi dei locali di via Manzoni, sede dell’Ufficio alle Politiche Giovanili, dove l’Ibam, nell’ambito delle attività di ricerca e sviluppo sperimentale previsti dal PON DICeT LivingLab Di Cultura e Tecnologia Smart Cities and Communities and Social Innovation, metterà su un “Living Lab di Cultura e Tecnologia” che avrà il compito di trasmettere alla città una nuova visione del suo patrimonio culturale, e non solo. La sede, pronta nei prossimi mesi, è stata messa a disposizione dell’Ibam Cnr gratuitamente, attraverso la firma di un Protocollo d’Intesa tra le due Istituzioni.

Gli spazi saranno pronti entro il mese di marzo e saranno concepiti come laboratorio multimediale fruibile a tutti dove, grazie alla presenza di strumentazioni informative ed interattive, l’utente potrà costruirsi il suo personale percorso di visita della città e soprattutto potrà ammirare i risultati delle ricerca conseguiti dai ricercatori dell’Ibam. Conoscerà inoltre gli appuntamenti, le mostre, gli eventi della città.

L’esperienza turistica verrà così potenziata e valorizzata grazie all’utilizzo delle nuove tecnologie in grado di superare le barriere architettoniche, talvolta ostacolo per la fruizione del bene, coinvolgendo la sfera emozionale e l’esperienza interattiva immersiva del turista / cittadino.

“Catania Living Lab Di Cultura e Tecnologia” è un progetto di DUO, sviluppato da Andrea Guardo all’interno dell’assegno di ricerca nell’ambito del progetto DiCeT, con la comunicazione visiva ideata da Daniele Saguto e l’Illuminazione dei locali realizzata dall’azienda LadyLed s.r.l., a cura di Marzia Paladino.

Un esempio di valorizzazione dei beni immobili di Catania e di apertura a nuove iniziative per promuovere e valorizzare la città.

Catania, 02/02/2015

Wireless la soluzione per il controllo dell’illuminazione

lampione ornamentale
SMART URBAN STREET

Oggi si può risparmiare sostituendo le lampade che, in un sistema di illuminazione, risultino inefficienti e quindi causa di sprechi energetici, che siano alogene a incandescenza o fluorescenti, con le lampade a LED, si è in grado di abbattere sia lo spreco energetico che i costi, migliorando la resa luminosa che assume un ruolo fondamentale, perché è in grado di esaltare e rendere evidenti gli aspetti fondamentali di un ambiente, di un edificio, di una strada o di un contesto archeologico. Inoltre è uno strumento in grado di cambiare totalmente lo scenario di edifici, piazze, monumenti, senza andare ad alterarne le forme, donando un‘immagine in grado di far capire come si può trasformare un luogo di notte rispetto a quello che si vive durante le ore diurne. La nostra proposta ha lo scopo di dare al cliente certezza degli obiettivi, valorizzando i contesti urbani, e quelli storico archeologico e monumentali, sia dove già esiste un impianto di illuminazione a LED, sia dove bisogna aggiornare la parte illuminante con essi, aggiungendo una piattaforma telecontrollata con strumentazione e tecnologia di ultima generazione.

L’illuminazione urbana è stata considerata da sempre come uno strumento di semplice funzionalità, solo in grado di garantire esclusivamente sicurezza e orientamento. Oggi essa deve intervenire nell’ambiente urbano in modo tale da diventare l’artefice di un’identità culturale e dell’interazione sociale.

Il nostro progetto di illuminazione urbana e telecontrollo comprende inevitabilmente una svariata serie di elementi di cui non si può assolutamente non tenere conto. Dal risultato che si vuole ottenere, bisogna considerare, tra gli aspetti fondamentali, oltre alla sicurezza in fatto d’illuminazione stradale, all’inquinamento luminoso, fenomeno che ormai da diversi anni è al centro di numerosi dibattiti e alla normativa vigente in materia, tutto quello che riguarda il risparmio energetico e la riduzione dei costi per l’illuminazione urbana. […]